Perchè NON regalare un cucciolo a Natale


Gli occhi di un cucciolo sanno essere irresistibili, lo dite a noi?!
Ma, a Natale più che mai, non cedete all’impulso di acquistare uno dei “teneri animaletti” che vi fissano da qualche vetrina.
I cuccioli non si possono restituire o cambiare come un libro già letto o un maglione troppo piccolo. Sono amici per sempre e richiedono la piena consapevolezza e disponibilità ad affrontare ciò che di meraviglioso ma anche di complicato e impegnativo porteranno nella vostra vita. Combinano guai, sporcano in casa, perdono pelo, puzzano (inutile nasconderlo!). Richiedono molto tempo e attenzioni per l’accudimento e l’addestramento. E sapete già perfettamente che poi sarete voi (e non i vostri bambini che ora giurano e spergiurano…) a dovervene occupare. I cuccioli costano: i vaccini, le visite veterinarie, il cibo specifico, l’eventuale educatore, la sterilizzazione. Hanno poi un difetto terribile: crescono! Tutto ciò è vero anche per il resto dell’anno? Un motivo in più per riflettere molto seriamente e non lasciarvi intenerire dalle insistenze dei vostri figli e dal desiderio di sentirvi buoni e generosi.
Un cane o un gatto non si comprano, si adottano. Anche in questo numero troverete numerosi casi segnalati dai canili e rifugi che collaborano con noi. Sceglietene uno. Ma se, e solo se, siete davvero convinti.
Adottare è generoso e vantaggioso: l’adozione è gratuita e la famiglia riceve un servizio di consulenza e di affiancamento nell’inserimento dell’animale che, tra l’altro, è già sterilizzato, vaccinato e sverminato.
Adottare un animale adulto o anziano, è più che generoso! È un vero atto d’amore, è un gesto nobile, è un regalo per ridare una vita dignitosa a chi da troppo tempo non l’ha più. L’affetto e la dedizione che un cane avanti con gli anni prova nei confronti di chi lo adotta è qualcosa di tangibile, è un regalo quotidiano che riceverete ogni giorno, guardandolo negli occhi magari velati dalla vecchiaia ma splendenti di gratitudine.
Averlo accanto rende persone felici, consapevoli di essere responsabili della sua “rinascita”. Anche se gli rimarranno meno anni da vivere saranno talmente intensi che ne sarà valsa la pena!

Se dopo un’attenta riflessione, capite che voi e la vostra famiglia ancora non siete pronti ad accogliere un “quattrozampe”, potete
comunque far loro un regalo con l’adozione a distanza: questa opzione è oggi proposta da moltissimi canili e associazioni, è un gesto che costa poco ma può fare la differenza.

Buone feste,

UNICA Comunicazione

Share

Posts Raccomandati

LIZ
LIZ

dicembre 10, 2015